Sull’Isola d’Elba alla scoperta di Fetovaia

Sull’Isola d’Elba alla scoperta di Fetovaia

 

L’Isola d’Elba è la maggiore delle sette isole che compongono l’arcipelago Toscano, terza per dimensioni fra le isole italiane. Insieme a Giglio, Capraia, Montecristo, Pianosa, Gorgona e Giannutri fa parte dal 1996 del Parco Nazionale dll’Arcipelago Toscano ed è caratterizzata da un habitat unico per il suo clima, la sua flora, la sua fauna e la sua storia.

La visita all’Elba è una continua scoperta: spiagge da sogno alternate a scogliere mozzafiato, boschi secolari che lasciano spazio a colline profumatissime ricoperte di macchia mediterranea, borghi marinari e paesini silenziosi arroccati sui crinali. Tutto questo a disposizione di chiunque voglia percorrere la rete di sentieri che attraversa i territori del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano con la zaino in spalla, in sella ad un cavallo o ad una mountain-bike.

La varietà delle coste offre agli esploratori in kayak o in barca a vela scorci indimenticabili mentre scendendo di qualche metro il mare dell’Isola offre quanto di meglio si possa desiderare per le immersioni subacquee o l’apnea, la varietà dei fondali si presta ad esplorazioni adatte ai principianti ed ai sub esperti.

 

 

 

Lo sviluppo costiero è di ben 147 chilometri ed il paesaggio molto vario: piccoli borghi marinari si alternano a paesini arroccati in collina, terrazzamenti piantati a vigna lasciano spazio alla macchia mediterranea ed ai boschi di castagni. Molte sono le spiagge, famose e non, che grazie alla loro varietà promettono di accontentare le esigenze di tutti gli ospiti.

Il massiccio del Monte Capanne con i suoi 1019 metri di altitudine rappresenta la vetta dell’arcipelago ed offre la possibilità di una vista mozzafiato sull’arcipelago.

Durante il corso dell’anno numerose feste e sagre animano le giornate isolane con rievocazioni, molto famosa e rinomata quella della “Leggenda dell’Innamorata” a Capoliveri, concerti spettacoli teatrali e spettacoli pirotecnici.

 

La Costa del Sole

 

 

 

Prende il nome di “Costa del Sole” la parte sud-occidentale dell’Isola d’Elba: 10 chilometri di strada panoramica affacciati sulla Corsica e sulle altre isole dell’Arcipelago Toscano, un susseguirsi di scogliere, spiagge attrezzate e piccole calette incontaminate raggiungibili solamente attraverso sentieri o direttamente dal mare.

La maestosa presenza del granito fa da contorno ai colori ed ai profumi della macchia mediterranea e caratterizza tutto l’ambiente circostante.

La vocazione contadina di questa parte di Isola si respira ancora visitando i piccoli borghi di Chiessi e Pomonte ed è ben sottolineata dai terrazzamenti piantati a vigna che si arrampicano sulle colline.

 

Fetovaia

 

 

 

Percorrendo la  “Costa del Sole” incontriamo la piccola località turistica di Fetovaia incastonata tra una delle spiagge più rinomate dell’isola e le retrostanti colline coperte di macchia mediterranea. La spiaggia è una mezzaluna di sabbia fine e bianca di origine granitica ed è circondata sui due lati da scogli facilmente balneabili. In particolare il lato destro della spiaggia è caratterizzato da un promontorio che si spinge nel mare in profondità, proteggendo la baia dalla maggior parte dei venti ed illuminandola con il verde della sua macchia mediterranea. Direttamente sulla spiaggia cresce il bellissimo Giglio di mare (Pancratium Maritimum) che la locale associazione Costa del Sole salvaguarda in collaborazione con Legambiente.

Per i più romantici si dice che Fetovaia debba il proprio nome al fatto che l’insenatura fosse in passato la destinazione preferita dei delfini in procinto di partorire: il basso fondale e la temperatura dell’acqua particolarmente mite rappresentavano il luogo ideale per i piccoli appena nati. Proprio queste caratteristiche hanno reso Fetovaia una destinazione ideale per le famiglie con bambini.

 

Tags:, ,