Come diventare un turista sostenibile

 

Quello che di seguito leggerete sono consigli che OGNI viaggiatore può usare per rendere le sue avventure più rispettose nei confronti dell’ambiente, delle persone e degli animali che abitano il luogo dove ha deciso  di recarsi,  che sia a pochi chilometri di distanza o dall’altra parte del mondo.

La maggior parte di essi sono ridicolmente semplici, come spegnere l’aria condizionata quando si esce dalla stanza d’albergo o l’acquisto di prodotti di produzione locale piuttosto che di  importazione.

Ma se ogni turista incorporasse  questi suggerimenti nei propri  viaggi, l’ impatto collettivo potrebbe essere sorprendentemente positivo!

 

 

IL TRASPORTO 
  • Se si vola, considerare di farlo con almeno una delle prime 10 compagnie aeree presenti nell’ Atmosfair Airline Index, l’indice delle compagnie aeree che confronta e classifica l’efficienza del carbonio delle 200 maggiori compagnie aeree del mondo.  L’obiettivo di Atmosfair è rendere l’efficienza climatica un fattore di concorrenza tra le compagnie aeree.
  • Se decidi di guidare verso la tua destinazione e la tua auto non è ecologica, prendi in considerazione la possibilità di noleggiare un veicolo ibrido o elettrico.
  • Se  il tempo non è un problema, viaggiare in autobus e soprattutto in treno, ha generalmente un impatto ambientale meno negativo rispetto ai viaggi in aereo.

 

 

LA STRUTTURA RICETTIVA
  • Controlla se la tua struttura è in possesso di una certificazione – marchio che attesti il suo impegno nei confronti dell’abbattimento degli inquinanti. Ricordati che solo un documento ufficiale garantisce la reale ecosostenibilità di una struttura! Senza Carta di Identità anche tu potresti dire di essere chiunque!
  • Scopri quale percentuale delle risorse dell’hotel sono locali. Assumono principalmente personale locale? Ottengono localmente la maggior parte dei loro alimenti, o addirittura li coltivano sulla proprietà? Usano materiali di provenienza locale nell’arredamento?

 

 

L’ACQUA È UN BENE PREZIOSO
  • Prendi una bottiglia d’acqua senza BPA che puoi ricaricare più e più volte. Per esempio molti aeroporti internazionali hanno distributori di acqua gratuiti, che ti fanno risparmiare denaro e non sprecano bottiglie di plastica.
  • Fatti la doccia, non il bagno. Le docce usano solo 10-25 litri d’acqua, mentre i bagni usano fino a 70 litri.
  • Cerca di fare docce più brevi, spegnendo l’acqua mentre ci si insapona, ci si depila  o si lava i denti.
  • Riattacca gli asciugamani dopo ogni utilizzo, che è il segno universale che vorresti usarli di nuovo. Non ti lavi gli asciugamani ogni giorno a casa, quindi perché farlo quando viaggi?

 

 

IL RISPARMIO ENERGETICO
  • Quando esci dalla stanza, spegni sempre tutte le luci, il riscaldamento – l’aria condizionata e la televisione. Se chiudi tende o persiane puoi aiutare a mantenere il calore o il fresco nella stanza .
  • Cammina, vai in bicicletta o usa i mezzi pubblici per spostarti quando è possibile, riduci così gli inquinanti e risparmi denaro.
  • Restituisci mappe, opuscoli e altre informazioni turistiche una volta che hai finito con loro in modo che possano essere riutilizzati dai futuri viaggiatori.
  • Usa un’applicazione sullo smartphone che ti permette di caricare tutti i biglietti che servono per viaggiare, senza il bisogno di stamparli, eviterai sprechi di carta e sarà più sicuro e comodo portarteli dietro.

 

 

UN’ ESCURSIONE GREEN
  • I Sentieri segnalati sono lì per un motivo. Attenersi al percorso per evitare di danneggiare la flora nativa ed evitare eventuali striscianti inquietanti che possono essere in agguato nel sottobosco.
  • Porta con te una piccola borsa e riporta a “casa” i tuoi  rifiuti.
  • Non dare da mangiare o toccare la fauna selvatica, per nessun motivo. Nutrire gli animali li rende abituati e dipendenti dagli umani, e spesso porta ad attacchi.
  • Informati sulle  condizioni meteorologiche  prima di fare escursioni. Tu non vuoi essere quel ragazzo (o una ragazza) che si è perso e ha richiesto un salvataggio, che utilizza risorse pubbliche.
  • Mantenere una distanza rispettosa dalla fauna selvatica. Sì, capiamo che vuoi una foto per Instagram che immortali il tuo incontro con un orso grizzly. Ma se sei abbastanza vicino per attirare l’attenzione di un animale, sei troppo dannatamente vicino!

 

 

CONSIGLI COMMERCIALI
  • Acquista prodotti fatti a mano,piuttosto che quelli che sono stati importati. Gli oggetti che vengono trasportati o spediti hanno un’impronta di carbonio molto più grande, chi vuole un souvenir economico  fatto su una catena di montaggio asiatica?
  • Non comprare nulla fatto da piante / animali in via di estinzione, legni duri insostenibili o manufatti antichi. Non solo è sbagliato, ma probabilmente non potrai fargli attraversare la dogana.
  • Cerca gli artigiani  quando puoi. Quando acquisti direttamente da un artista, in molti casi contribuisci a preservare la sua cultura. Si possono anche ascoltare storie meravigliose chiacchierando con questi artigiani.
  • Non comprare foto ricordo di nessuno che sfrutta la fauna selvatica, come i famosi elefanti “addobbati a festa” della Thailandia .

 

 

 IL TOUR ECOLOGICO
  • Durante lo snorkeling o le immersioni subacquee , non toccare / calpestare il corallo o mescolare i sedimenti, poiché può danneggiare il fragile ecosistema della barriera corallina.
  • Non intraprendere nessun tour che prometta incontri pratici con animali selvatici, come cavalcare elefanti o camminare con leoni . Se lo fai, stai sostenendo un’industria che cattura illegalmente, trasporta e abusa di milioni di animali ogni anno.

 

 

CONSIGLI PER ESSERE UN VERO VIAGGIATORE VERDE
  • Onora le usanze locali. Fai qualche ricerca prima di viaggiare per conoscere le tradizioni culturali locali della destinazione, in modo da poter parlare e comportarti in modo appropriato.
  • Chiedere il permesso prima di scattare una foto di qualcuno. In alcune culture, prendere l’immagine di una persona è come rubare la loro anima e in generale è solo una cortesia comune.
  • Impara la lingua o almeno alcune parole importanti. Non devi fare un corso intensivo o completo, ma rimarrai stupito dal fatto che conoscere frasi semplici come “Grazie”, “Il mio nome è” e “Ti prego di aiutarmi” avrà un impatto sul modo in cui i locali ti trattano.
  • Immergiti nella cultura locale. Sii un partecipante, non solo un osservatore. La metà del divertimento di viaggiare è un’opportunità per uscire dalla tua zona di comfort e provare diversi cibi, ascoltare musica diversa ed esplorare culture diverse. Quindi, seriamente, non essere quel ragazzo che va in India e insiste per ordinare un hamburger!

 

Buon viaggiosostenibile!