Bioland

 

Bioland Sudtirolo, fondata nel 1991 come associazione regionale affiliata all’Associazione tedesca Bioland, raggruppa il maggior numero di coltivatori biologici del Sudtirolo.

Attraverso un carico di capi di bestiame compatibile con il tipo di foraggio e di pascolo e la coerente rinuncia a pesticidi e fertilizzanti chimico-sintetici, l’agricoltura biologica tutela l’acqua, il suolo e l’aria, impegnandosi altresì a favore degli animali.
Le direttive agricole Bioland soddisfano i più ampi requisiti di rispetto ambientale. L’agricoltura biologica si impegna cosi anche per la tutela del paesaggio. Controlli severi realizzati da centri di certificazione indipendenti e riconosciuti dallo Stato garantiscono poi la loro applicazione. Così alla fine, il consumatore può contare su un prodotto sano, affidabile e di elevata qualità. Oltre ai produttori di mele e di uva, sono associati a Bioland Sudtirolo anche una serie di aziende che si occupano di allevamento e orticoltura.  Diverse aziende Bioland offrono inoltre la possibilità di trascorrere vacanze a carattere agrituristico.

Le aziende degli allevatori che aderiscono a Bioland Sudtirolo offrono uova, latte, formaggi, nonché carne e salumi Bioland. Fattore di primo piano, nella zootecnia,sono le condizioni di allevamento rispettose delle diverse specie. Nelle stalle, l’ampio spazio disponibile per i movimento e il riposo, le lettiere di strame, la luce diurna, l’aqua e l’aria fresca assicurano agli animali una vita appropriata. È inoltre obbligatorio garantire agli animali il pascolo all’aperto ogni qualvolta ciò sia possibile. I mangimi utilizzati provengono dall’azienda stessa o vengono acquistati da altre aziende gestite secondo criteri biologici. Non è consentito l‘impiego di mangimi contenenti antibiotici od ormoni destinati al potenziamento delle prestazioni. È altresì vietato l’impiego di prodotti manipolati geneticamente e il trasferimento di embrioni.